CreativaSolidale - Blog

Buone idee. Buone cause. Buone pratiche.

Questo blog è un contenitore di pensieri, uno spazio di ricerca e libera espressione, attivo da 10 anni.
Dal 2018 è parte integrante di un progetto più ampio: il laboratorio socio-narrativo #CreativaSolidale.

La responsabilità di essere liberi

Essere liberi è un diritto, ma anche un dono e, di conseguenza, una responsabilità. Le complicazioni del mondo in cui viviamo, compresa l’emergenza sanitaria che ci ha colpiti in queste settimane, impongono una seria riflessione. Cosa possiamo davvero definire “priorità”? Cosa vuol dire, per noi, “essere liberi”? Essere liberi di scegliere, essere responsabili: differenza Sentirsi limitati…

>> continua a leggere

Tu chiamale (se vuoi) emozioni

Tiffany Watt Smith (storica culturale, autrice del libro “Atlante delle emozioni umane – 156 emozioni che hai provato, che non sai di aver provato, che non proverai mai” e protagonista di un TED talk sul tema) sostiene che è facile riconoscere la differenza tra rabbia e paura, o tra desiderio e invidia, ma bisogna considerare che…

>> continua a leggere

Umorismo e leggerezza nella comunicazione

Trasmettere umorismo e leggerezza nella comunicazione aiuta a gestire con più efficacia conversazioni difficili, soprattutto quando si lavora in gruppo. Ridere, infatti, stempera la tensione e disinnesca i conflitti. In genere, il termine “leggerezza” è inteso come sinonimo di “superficialità” o “frivolezza”, mancanza di serietà e attenzione. Tuttavia, può avere anche un significato opposto. Per…

>> continua a leggere

Comunicazione responsabile: impegno, pazienza, cura

“Comunicazione responsabile”: cosa significa? È una semplice etichetta, che utilizziamo per sentirci puliti, belli e bravi, o crediamo davvero sia preferibile interagire con più giudizio? Proviamo a rispondere. Tempo fa ho scritto un post per evidenziare il mio punto di vista sull’argomento: Comunicare è una responsabilità, qualunque sia il contesto. Esiste un forte legame tra le nostre…

>> continua a leggere

Parole non dette: cause e conseguenze

Il silenzio è d’oro? Dipende. Di solito è risolutivo, specie quando dobbiamo gestire conversazioni difficili. Spesso, però, è vero anche il contrario. Le parole non dette diventano proprio quelle che avremmo dovuto pronunciare: per partire, ripartire o riannodare un filo spezzato. Il problema è che ci si rende conto di ciò troppo tardi, quando è impossibile recuperare (per varie…

>> continua a leggere

Definire la bellezza, oltre le etichette

Definire la bellezza con un’unica frase è riduttivo, diciamo pure impossibile. Chiunque si trovi, per un qualsiasi motivo, a rispondere alla domanda “cos’è per te la bellezza?”, darà un’interpretazione personale e, come tale, valida. Ogni dizionario offre la sua descrizione del termine (“qualità di ciò che è bello”, “armonia e perfezione formale”, “qualità di ciò…

>> continua a leggere