Continuiamo a parlare di imprenditoria femminile, con un progetto sociale tutto siciliano: FiloDritto.
La cooperativa nasce nel 2011 grazie a Ninni Fussone, sociologa ennese con una grande passione per le arti tessili siciliane. Desiderosa di recuperarle e, in particolare, di dedicarsi alla lavorazione del feltro, inizia il suo percorso con un’idea precisa: promuovere la “magia della lana” nelle carceri, così da offrire un’opportunità di lavoro alle donne detenute (inizialmente nel penitenziario di Enna).

filodritto-cooperativa-sociale

FiloDritto Cooperativa Sociale - www.filodritto.com

Un progetto di responsabilità sociale d’impresa

FiloDritto nasce dall’associazione “aManiLibere – creAzioni dal cuore della Sicilia”, pensata proprio da Ninni Fussone per il recupero delle arti tessili. Attualmente è operativa sul territorio catanese, nella Casa Circondariale di Piazza Lanza. “Una cooperativa sociale tessile che guarda all’anima”.
Il laboratorio tessile e feltro prevede una prima fase di formazione, seguita dalla produzione dei manufatti e dalla commercializzazione dei prodotti. In particolare, la cooperativa promuove la collaborazione tra fornitori che, in modo socialmente responsabile, siano in grado di affrontare le principali problematiche dell’utilizzo di materiali di scarto per la realizzazione di linee ecofriendly.

Un progetto di responsabilità sociale e ambientale, che coinvolge diversi attori, per un uso più consapevole delle risorse e delle materie prime: tutti i prodotti FiloDritto, infatti, sono riciclabili. Seguendo questi standard è possibile diventare partner attivi con la propria azienda, anche solo donando sfridi di lavorazione. A garanzia di tutto ciò una vera rete di azione e sostegno: “Libera – Associazione Contro le Mafie”, il marchio di eticità ed equità “Sigillo”, “Best Up” e “o2italia”.

FiloDritto: prodotti, progetti, creatività sostenibile

Basta esplorare il sito web www.filodritto.com per scoprire tutte le meraviglie realizzate da questa realtà così attiva e creativa. Tra i numerosi progetti e prodotti della cooperativa menzionerei:

  • S.Mark.Et, progetto di marketing sociale per lo sviluppo di una strategia partecipativa e condivisa tra FiloDritto e ‘le donne di Piazza Lanza’
  • “La Magia della lana”, corsi di feltro e feltro terapia
  • Linea Re-Bag, borse eco-friendly nate dagli scarti delle tende da sole

Non finisce qui: le borse che puoi vedere nell’immagine di questo post, realizzate con pannelli di coperte lavorate con feltro e lana, sono oggi prodotte per “Carmina Campus” (marchio di Ilaria Venturini Fendi) che si distingue per l’uso di materiale riciclato e per i processi di produzione socialmente etici. Ecco perché FiloDritto fa anche parte di “sociallymadeinitaly”, la rete delle cooperative che lavorano nell’artigianato per il mercato di lusso. Una #buonaidea davvero, no?

Se vuoi saperne di più, ti consiglio di visitare il sito della cooperativa e di seguire, come ho già fatto io, la pagina Facebook FiloDritto Cooperativa Sociale: è ricca di belle storie, ispirazioni e spunti utili.