Sai comunicare?

test-sai-comunicare-percorso-guidato


"Sai comunicare?" è un test, un breve percorso guidato, per fare il punto su alcune delle principali difficoltà comunicative (e convinzioni!) che caratterizzano le interazioni quotidiane, soprattutto se si lavora in gruppo.
È composto da 30 punti: una serie di scenari ideali, di situazioni, che puoi adattare al tuo contesto operativo.

Prendi nota delle considerazioni in cui ti riconosci di più (e della lettera corrispondente). Poi leggi il risultato per scoprire quale dei miei servizi può esserti utile. Se totalizzerai un egual numero di punti (per es. A e B), potrai associare i due servizi corrispondenti. Questo strumento è una buona scusa per fare sana autocritica.

A volte pensiamo di sapere tutto, di non sbagliare mai, di dire sempre la cosa giusta, nel modo giusto.
Dovremmo, invece, osservarci da nuovi punti di vista e, ancor più importante, con altri occhi.


Sai comunicare? - Test


  • Ho difficoltà nel definire i punti di forza e di debolezza della mia attività. (A)
  • Ho molte cose da dire, ma pochi mezzi. In più, sono confusionario/a, sbrigativo/a. (A)
  • Non mi è chiara la differenza tra "comunicazione interna" e "comunicazione esterna". (A)
  • Lavoro in gruppo, ma a distanza: responsabilizzare ciascuno, rispetto agli obiettivi, è complicato. (A)
  • Non è mia abitudine avvisare quando so di arrivare in ritardo, né penso di dover chiedere scusa. (A) 

  • Quando sono nervoso/a rispondo male a tutti, a prescindere. Oppure uso il silenzio, la freddezza. (B)
  • Ho poca pazienza. Se spiego un procedimento e l'altro/a non capisce, mi annoia ripetere. (B)
  • Mi capita di interrompere spesso chi sta parlando, perché ho fretta di chiudere la discussione. (A)
  • Non sono certo/a di riuscire a motivare i miei collaboratori: sono molto esigente, poco elastico/a. (B)
  • Se devo trasmettere/scrivere istruzioni, non riesco a usare parole semplici, comprensibili a tutti/e. (A)

  • Parlo con i colleghi senza guardarli negli occhi (perché lo sguardo è fisso sullo smartphone). (B)
  • Vorrei migliorare l’interazione con il mio gruppo di lavoro, durante le riunioni parlano sempre i soliti. (B)
  • In ufficio ci sono spesso conflitti. Non riesco a gestire la tensione, la rabbia, sono emotivo/a. (B)
  • La timidezza mi blocca. Ho sempre difficoltà nel chiedere, dare, ricevere o rifiutare qualcosa. (B)
  • In genere, se non sono d'accordo, o ritengo inaccettabile una decisione, trovo faticoso oppormi. (B)

  • Quando comunico mi sento spesso intrappolato/a in un ruolo: capo, dipendente, fornitore, ecc. (B)
  • Quando faccio un regalo, difficilmente scrivo un biglietto d'auguri. Né dico cose tipo: "ti voglio bene". (A)
  • Rispondo alle e-mail solo quando ho tempo, a volte passano settimane. Idem per le telefonate. (A)
  • Nel mio gruppo di lavoro non ci sono ruoli definiti: non si sa mai chi-fa-cosa. (A)
  • Preferisco programmare le attività da solo/a, trovo stressante progettare con altre persone. (C)

  • Lavoro in un coworking, ma non trovo ascolto, c'è poca condivisione. Ognuno pensa ai fatti suoi. (B)
  • Dobbiamo affrontare un cambiamento, è necessario, ma non sappiamo da dove iniziare. (C)
  • La mia associazione organizza attività per il territorio, ma la comunità locale non partecipa. (C)
  • In ufficio si lavora sempre nello stesso modo. Non c'è spazio per la creatività e l'innovazione. (C)
  • Lavoro in gruppo da tanti anni: a volte mi chiedo se siamo ancora affiatati, in grado di fare squadra. (C)

  • Coordino una cooperativa sociale, vorrei sviluppare attività che siano utili per il benessere collettivo. (C)
  • Sono un'insegnante, spesso mi trovo in disaccordo con i colleghi sull'uso di nuovi strumenti didattici. (C)
  • Lavoriamo bene insieme, ma abbiamo difficoltà a superare alcuni stereotipi e pregiudizi. (C)
  • Bisogni emozionali, vulnerabilità, silenzi: ci vorrebbe una guida orientativa! (C)
  • Ho difficoltà a far emergere il potenziale inespresso del mio gruppo di lavoro. (C)
Risultati

- Sai comunicare? -

Hai individuato i punti che rappresentano meglio il tuo pensiero/atteggiamento?
Verifica, tra quelli in cui ti sei riconosciuto/a, quanti punti A, B o C hai totalizzato.
Leggi il profilo corrispondente: saprai, così, quale dei miei servizi fa per te.

Profilo (A)
Profilo (B)
Profilo (C)

E adesso... lavoriamo insieme.

Inizia un percorso per migliorare la tua comunicazione.